Grande interesse per il convegno “Towards an hub and spoke model for paediatric cardiology and cardiac surgery in the Adriatic and Ionian Regions”

Venerdì 31 gennaio e sabato 01 febbraio, presso la sede della Facoltà di Medicina dell’Università Politecnica delle Marche, si è tenuto il convegno “Towards an hub and spoke model for paediatric cardiology and cardiac surgery in the Adriatic and Ionian Regions”

209320_Cardiochirurgiapediatrica_stdScopo del convegno è stato quello di avviare la creazione di un network transnazionale per la diagnosi precoce ed il trattamento di cardiopatie congenite pediatriche. La Macroregione Adriatico-Ionica è concepita come una forma innovativa di cooperazione interregionale e transnazionale, allo scopo di rafforzare i processi democratici e l’accelerazione del percorso di integrazione europea dei Paesi balcanici. La sua creazione mira a consolidare la cooperazione economica e a sviluppare una governance comune su problemi condivisi (sanità, ambiente, energia, trasporti, gestione costiera, sviluppo rurale, turismo, cultura, cooperazione universitaria, protezione civile). 

Gli Stati coinvolti sono Albania, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Grecia, Italia, Slovenia e Serbia-Montenegro. Ad aderire, per il nostro Paese, sono le seguenti Regioni: Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Marche, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. 

Da “ANSA” http://www.ansa.it/nuova_europa/it/notizie/rubriche/eusair/2014/02/01/Cardiochirurgia-pediatrica-progetto-Piano-azione-Mrai_9999748.html 

Da “Il Quotidiano” http://www.ilquotidiano.it/articoli/2014/02/1/119600/cardiologia-e-cardiochirurgia-pediatrica-le-marche-centro-di-riferimento-in-area-adriatico-ionica 

Da “Vivere Ancona” http://www.vivereancona.it/index.php?page=articolo&articolo_id=450113